Due guide EU-OSHA per il rientro al lavoro dopo il COVID-19

advanced divider

L’EU-OSHA, Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, ha pubblicato due nuove guide in merito alle varie difficoltà da affrontare al rientro dal lavoro dopo aver contratto la malattia correlata al COVID-19, nei casi in cui si sia manifestato in forma grave, oppure si presentino sintomi di lunga durata.

Le guide si rivolgono a lavoratori e dirigenti, fornendo indicazioni utili in merito ad aspetti come i colloqui e gli adeguamenti degli orari di lavoro o delle mansioni lavorative.

Nonostante infatti l’infezione duri un paio di giorni, benché spesso continui fino a quattro settimane, è necessario considerare la “Sindrome post-COVID”, che si verifica quando i sintomi persistono, impedendo alla persona di svolgere le normali attività.

In base ad alcuni studi di ricerca, “una persona su cinque presenta sintomi dopo cinque settimane e una su dieci li accusa per 12 settimane o più dopo aver contratto la COVID-19 acuta”.

Una delle due guide, “L’infezione da COVID-19 e sindrome post-COVID – guida per i lavoratori. Guida per i dipendenti in via di guarigione”, riporta informazioni rivolte direttamente ai lavoratori, su cosa fare in caso si manifestino i sintomi della malattia COVID-19. Queste vanno dal consiglio ad assentarsi dal lavoro e sottoporsi al test, al contatto con il responsabile per informarlo dell’assenza, passando per il riposo finché la persona non si sente nuovamente bene: molti giorni dopo l’inizio della malattia potrebbero infatti manifestarsi nuovi sintomi. Infine, prima del rientro al lavoro è necessario aver soddisfatto tutti i requisiti dei test.

Sebbene la guarigione dalla malattia COVID-19 possa essere lenta, la maggioranza delle persone si ristabilisce col passare del tempo; le cure inoltre miglioreranno con l’aumentare delle conoscenze. Il rientro al lavoro fa parte del processo di guarigione, anche se in una prima fase deve essere flessibile o graduale.

I dirigenti svolgono un ruolo fondamentale nell’aiutare i dipendenti in questo: a loro si rivolge invece la guida “Infezione da COVID-19 e COVID lunga ─ guida per i dirigenti”, che spiega le misureda adottare per agevolare ai propri dipendenti il rientro sul luogo di lavoro e la continuità dell’impiego.

La guida presenta anche il sostegno messo a disposizione dei dirigenti dai servizi sanitari aziendali e dalle risorse umane.

Per saperne di più:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.